Pizza gourmet: tutto quello che c'è da sapere

Cosa è la pizza gourmet

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare della Pizza Gourmet, si tratta di una nuova tendenza che ha portato un’evoluzione, quasi rivoluzionaria, per il mestiere del pizzaiolo e quindi per la creazione della pizza stessa. Una maggiore attenzione per gli ingredienti, la scelta di prodotti del territorio, le materie prime locali, la qualità e la particolarità dell’impasto sono le caratteristiche della pizza gourmet che in sostanza ha una filiera corta. Un prodotto moderno che serve ad enfatizzare in primo luogo l’impasto, morbido ma consistente, altamente digeribile e leggero, con ingredienti di qualità, locali, meglio ancora biologici. Gourmet è un termine con cui si riferisce un cibo raffinato, una cucina ricercata. Tuttavia, nel contesto della pizza questo termine serve a descrivere una nicchia di prodotti che hanno una grande qualità. Pur non essendoci stata una scuola che ha portato all’avvento di questo tipo di pizza sicuramente il lavoro di alcuni, come lo chef Carlo Cracco, è stato provvidenziale per una tendenza che si è diffusa in Italia e poi nel mondo.

Caratteristiche della pizza gourmet

Come anticipato la vera particolarità della pizza gourmet è nella sua preparazione, quindi nelle caratteristiche specifiche. Leggendo su un qualunque menu la differenza tra pizza classica e gourmet, oltre al prezzo, è possibile apprezzare le specifiche. Nelle pizze gourmet viene sempre descritto accuratamente la tipologia di impasto, la lievitazione eseguita, la derivazione degli ingredienti e nel caso il periodo di stagionatura, la frollatura della carne, e tutti i dettagli sulla territorialità dei prodotti. Utilizzando spesso prodotti a "km0" infatti questa tipologia di pizza richiede dei chiarimenti affinché il cliente possa apprezzare ancora meglio quello che sta gustando.

È questa quindi la principale differenza con la pizza classica di cui, senza disprezzare il gusto, non conosciamo mai la provenienza degli ingredienti piuttosto che la lievitazione utilizzata, il tipo di farina ecc.

Come fare la pizza gourmet a casa

Proprio per tutte queste caratteristiche è chiaro che è possibile fare tranquillamente la pizza gourmet anche in casa. Ovviamente bisogna fare molta attenzione all’impasto e agli ingredienti. Fondamentale poi avere un prodotto che possa garantire una perfetta cottura come il fornetto pizza Spice Caliente per garantire una cottura veramente impeccabile e quindi la riuscita di questo piatto tanto apprezzato. Per fare la pizza gourmet a casa è importante acquistare dei prodotti freschi, quindi selezionare una piccola salumeria o un rivenditore di freschi nei pressi di casa, piuttosto che cose acquistate alla grande distribuzione. Meglio ancora se avete un salumiere di fiducia che possa garantirvi qualche leccornia locale. Per riuscire al meglio la pizza gourmet deve privilegiare il territorio, quindi è bene acquistare prodotti del posto, solo in questo modo si potrà veramente puntare ad un prodotto incredibile. Altra cosa da fare è realizzare l’impasto in casa, quindi non comprare quello già fatto per risparmiare tempo. Tutto questo sarà fondamentale per ottenere una pizza di tutto rispetto.

Idee per la pizza gourmet a casa

Per preparare la pizza gourmet in casa bisogna in primo luogo partire dall’impasto. Per farlo è necessario avere della farina di tue tipi, si può scegliere quella di grano duro classica e un’altra variante come quella integrale che dona una freschezza incredibile. La farina rimacinata è quella migliore perché aiuta l’impasto a crescere ed essere molto gustoso. Occorre poi del lievito di birra, dell’acqua e un po’ di forza nelle braccia. Per preparare l’impasto bisogna considerare sempre una farina principale, quindi quella classica, sui 350 grammi e poi un 150 grammi di una farina differente, per stuzzicare il palato. Il lievito deve essere specifico per la pizza e può essere in polvere o da sciogliere. Per preparare l’impasto è possibile inserire tutto in una grande ciotola, ovviamente è meglio usare le mani perché anche se scomodo permette di comprendere bene lo stato di lievitazione. Un piccolo segreto spesso utilizzato negli impasti gourmet è l’aggiunta, insieme all’acqua di un filo di olio extravergine di oliva, per dare ancora più sapore all’impasto.

Una volta preparato l’impasto, affinché diventi colloso, bisogna attendere almeno 20 ore. Molti pizzaioli che fanno pizza gourmet utilizzano poi rimpastare il tutto e poi lasciarlo nuovamente riposare. Per la farcitura si può scegliere invece un prodotti di stagione come zucchine, melanzane ma anche l’immancabile mozzarella o prodotti più gourmet come burrata, mortadella, scaglie di pistacchio e un filo di olio extravergine. Il segreto è proprio nell’abbinamento. Se una persona fa una pizza a Napoli ovviamente privilegerà gli ingredienti del posto quindi pomodorini, mozzarella fresca e basilico.

Chi invece si destreggerà nella produzione di una pizza gourmet a Bologna sfrutterà i salumi locali (da mettere a crudo) con le verdure di stagione, oppure chi la produrrà a Bari dovrà giocare molto con olive, stracciata, taralli oppure in Calabria per qualcosa di molto piccantino con la nduja.

Questa è una parte fondamentale perché oltre alla lavorazione dell'impasto che è comune, ciò che cambia è proprio la selezione degli ingredienti e un ottimo fornetto dove poter cuocere la pizza. Anche se questo aspetto appare secondario non lo è, per la riuscita di una buona pizza gourmet ci vuole la temperatura perfetta e lo strumento che la garantisca.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto per il confronto.
Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina informativa sui cookie. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito.