Cosa mangiare in ufficio? Idee per la pausa pranzo

Routine al lavoro e alimentazione

Sempre più spesso gli Italiani scelgono di pranzare in ufficio con pietanze preparate in anticipo, una decisione che può dipendere, oltre che da un’esigenza di risparmio economico, anche dalla volontà di organizzare la propria dieta. Le linee guida dell’alimentazione moderna, infatti, consigliano di consumare, anche fuori casa, cibi sani e preparati con ingredienti di provenienza conosciuta, oltre che rispondenti interamente ai gusti e alle esigenze personali.

Ma quali sono le regole base per una pausa pranzo in ufficio che soddisfi tutti questi requisiti? Essenziale, anzitutto, che gli alimenti possano essere trasportati in contenitori sicuri dal punto di vista della tenuta termica e della chiusura ermetica. Quando si tratta di pietanze preparate in anticipo, infatti, si parla di una grande varietà di cibi diversi: dalle classiche insalate, alla pasta, fredda o calda, alle pietanze di carne o pesce, alle frittate, ai panini farciti e (perché no?), alla frutta e al dolce.

Scegliendo di preparare personalmente il pranzo da consumare in ufficio si può spaziare all’interno dei menù più diversi; oggi, poi, non sussiste più il problema di come e dove riscaldare i piatti pronti, perché gli scaldavivande portatili permettono di farlo in totale autonomia: basta una presa elettrica a cui collegarli e il pranzo in ufficio avrà lo stesso sapore e la stessa fragranza di quando lo abbiamo preparato, sempre alla temperatura desiderata e ottimale per ogni tipo di piatto.

Idee per un pasto da consumare al lavoro, buono, salutare e completo

Per la pausa pranzo in ufficio è meglio preferire alimenti gustosi ma leggeri, in modo da poter riprendere il lavoro senza sentirsi appesantiti.

Non necessariamente il nostro pasto dovrà limitarsi a un tramezzino di cui variare solo il ripieno, possiamo magari alternarlo con una piadina farcita o con un panino al kebab; ma perché, invece, non organizzare un brunch, gestibile fra tarda mattinata e primo pomeriggio, scegliendo di portare con noi crepes, pancake o un french toast. Possiamo anche accompagnare il tutto con un caffè lungo o un cappuccino, oppure con una spremuta o un frullato, servendoci per il trasporto di una pratica borraccia termica che contenga la nostra bevanda preferita, calda o fredda.

Se invece desideriamo consumare un pranzo in piena regola, procuriamoci un lunch box a scomparti separati, da riempire con pasta, frittate, fettine di carne o tranci di pesce arrosto, accanto a un fresco contorno di pomodorini profumati all’origano.

E anche se il classico per l’ufficio rimane sempre l’insalata, basterà un pò di fantasia per realizzarla in mille varianti: ad esempio, "rinforzandola" con proteine come un tenero petto di pollo alla griglia o un filetto di salmone o di tonno saltati in padella; possiamo arricchirla con uova sode e formaggi misti o renderla veramente "green" con i cereali, per un piatto unico gustoso e non troppo impegnativo. Nel contenitore termico a doppia parete, qualsiasi verdura manterrà inalterate le sue caratteristiche di freschezza e croccantezza e potremo anche portare con noi i condimenti: prepariamo una vinaigrette con sale, olio e aceto o limone e versiamola in un barattolino con coperchio, da riporre in sicurezza in uno degli scomparti della vaschetta all’interno del lunch box. E rimarrà spazio anche per qualche fettina o crostino di pane.

Sempre un pranzo aderente ai nostri gusti, organizzato con la massima praticità e igiene.

Conclusioni: esiste una soluzione alla varietà dell'alimentazione senza spendere un patrimonio per la pausa pranzo

Il vantaggio di preparare personalmente il proprio pranzo da consumare in ufficio non è solo economico, ma anche funzionale, perché ci permette di organizzare i diversi pasti secondo le nostre esigenze alimentari di gusto e salute.

Con i contenitori termici, inoltre, il trasporto degli alimenti è agevole e sicuro, garantendo il mantenimento della corretta temperatura di conservazione del cibo per un tempo compreso tra 5 e 10 ore; i materiali di costruzione di tutti i componenti sono leggeri e di qualità, per un comodo e corretto trasporto.

Le vaschette di contenimento, realizzate in acciaio inox non subiscono modifiche anche a contatto con alimenti molto caldi o molto freddi; in più, sono completamente estraibili e, quindi, facilmente lavabili.

Offerti in una vasta gamma di misure e dimensioni, i porta pranzo sono realizzati in fibra naturale eco sostenibile e biodegradabile, mentre gli scaldavivande possono essere dotati di vaschette a scomparto unico da 1,5/2 litri, oppure a tre scomparti separati da 0,90 litri, ideali per trasportare e riscaldare più pietanze insieme.

I kit porta pranzo termici, poi, che possono anche essere inseriti all’interno di una pratica borsa termica, sono particolarmente versatili, perché completi di tutti gli accessori utili, comprese le posate: i set ideali per trasportare, riscaldare e consumare un pasto fuori casa, in assoluta autonomia e comodità.

Il tutto con un ottimo rapporto qualità/prezzo, data l’elevata qualità dei materiali di fabbricazione, che rende questi accessori utilizzabili a lungo e sempre con prestazioni ottimali garantite.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto per il confronto.
Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina informativa sui cookie. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito.